Cellular IoT, previste 2,3 miliardi di connessioni nel 2025 – Key4biz

Cellular IoT, previste 2,3 miliardi di connessioni nel 2025 – Key4biz

Le connessioni cellulari IoT raggiungeranno quota 2,3 miliardi nel 2025, e per allora un terzo del totale saranno connessioni 5G. Lo prevede la società di analisi Strategy Analytics, precisando che ad oggi il mercato è dominato da connessioni 2G e 4G con una quota congiunta del 79% delle connessioni IoT nel 2019, anche se nel 2020 comincerà a diffondersi anche il 5G con le prime connessioni.

Mercati verticali

Il primo mercato verticale in cui
prenderà piede il 5G sarà l’Automotive, secondo Strategy Analytics, che vede
anche altri Vertical prendere piede: si tratta del mercato Industriale, delle
Utilities, dei Trasporti e della Security. Il principale mercato globale
resterà l’Asia Pacifico, promosso in primo luogo dalla crescita dell’IoT in
Cina grazie al forte sostegno del governo.

Fervore delle industry

Il quadro positivo per la crescita del
mercato dei Vertical per quanto riguarda le connessioni IoT riflette il fervore
con cui le diverse industry stanno cercando di afferrare le nuove opportunità
promesse dal 5G: Nel contempo, i prezzi bassi dei moduli cellulari IoT e la
maggior diffusione delle tecnologie Lte, come il NB IoT e il Cat M.,
contribuiranno alla crescita dell’IoT nel suo complesso.

Dal 2020 nuove opportunità per l’IoT

A partire dal 2020, secondo la società
di analisi, si apriranno nuove opportunità per l’IoT, grazie all’esplorazione e
individuazione di nuovi business model connessi al 5G. In particolare, tramite
NR (New Radio), slicing delle reti e bassa latenza, che apriranno nuove
opportunità per il mercato IoT, soprattutto in materia di qualità del servizio,
consentendo alle imprese di comprendere il loro ambiente in dettaglio sempre
più preciso e in tempo reale.