Award Ecohitech: premio alle smart city italiane – Lumi4Innovation

Award Ecohitech: premio alle smart city italiane – Lumi4Innovation

Sono Bologna, Formigine, Benetutti, Cervia e Torino i Comuni “virtuosi” premiati durante la prima giornata di LUMI EXPO, la mostra-convegno di riferimento per il mercato delle tecnologie IoT (Internet of Things) e della digitalizzazione per l’ambiente costruito.

Alla sua XX edizione, il premio Award Ecohitech riconosce le Smart City italiane e le Pubbliche Amministrazioni che, attraverso l’adozione delle nuove tecnologie, hanno ottenuto importanti risultati di eco-compatibilità, sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Il premio è stato assegnato Giovedì 21 novembre al termine di un convegno centrato sui nuovi modelli di  smart city e sulle relative tecnologie abilitanti, IoT (Internet of Things) e AI innanzitutto.

Tra le smart city italiane, il vincitore 2019 è Torino

Tra gli oltre 30 progetti candidati, il primo premio è stato assegnato al Comune di Torino “per l’approccio innovativo, le continue sperimentazioni nell’utilizzo di nuove tecnologie e l’apertura a progetti condivisi volti a risolvere problematiche urbane attraverso l’adozione di IoT e Intelligenza Artificiale”.

Grazie all’iniziativa Torino City Lab (TCL) e al Lab IoT, promossi dal Comune di Torino per supportare le attività di sviluppo e testing di soluzioni innovative, sono stati infatti avviati diversi progetti e sperimentazioni, tra cui: Smart Parking, per testare tecnologie – come telecamere intelligenti, sensori, sistemi di lettura targhe – per rendere più facile la ricerca di parcheggio per gli utenti disabili; Smart Rainfall System (SRS), innovativo sistema di monitoraggio e analisi delle piogge per stimare in tempo reale l’estensione delle precipitazioni; Smart Level, per il controllo e il monitoraggio del livello dei fiumi in punti strategici della città; un sistema per il controllo del rischio sismico e dei cedimenti strutturali degli edifici storici (come la Mole Antonelliana), grazie a sensori IoT installati in grado di prevedere un eventuale terremoto; un sistema per l’efficientamento energetico degli edifici attraverso la riqualificazione degli impianti di riscaldamento e condizionamento dell’aria nelle diverse scuole ed edifici pubblici della città in ottica smart building.

persona con premio
Primo premio al Comune di Torino

“Abbiamo scelto di diventare una città partner della tecnologia, vogliamo ridurre al minimo le barriere all’innovazione. La misura di questo impegno per noi si chiama Torino City Lab, una piattaforma di open innovation per favorire la collaborazione tra pubblico e privato nel segno dell’innovazione”, ha commentato durante la premiazione Nicola Farronato per conto di Marco Pironti, Assessore all’innovazione e Smart City del Comune di Torino.

Le altre smart cities sul podio

Ma il riconoscimento non ha visto come portagoniste solo grandi città… Il secondo premio è stato assegnato a Benetuttti, un Comune di soli 2.000 abitanti in provincia di Sassari che ha saputo creare un sistema energetico autosufficiente con ricadute positive su tutto il territorio.
Questa la motivazione del premio: “L’attuale bilancio energetico di Benetutti e il potenziale disponibile di 1,5 MW, oltre a una corretta gestione della produzione del consumo e dell’accumulo permetteranno lo sviluppo di una Smart Grid.”

persona con premio
Il premio al Comune di Benetutti ricevuto dal SIndaco Cosseddu
persone con premio
Il premio al Comune di Cervia ritirato dall’Assessore Mazzolani e da Hera Luce

Al terzo posto, il Comune di Cervia ha ricevuto l’Award Ecohitech “per il processo di riqualificazione energetica dell’impianto di pubblica illuminazione con un risparmio del 73% (ovvero più di 4 GWh/anno).” Il riconoscimento ha sottolineato anche l’innovativo approccio all’economia circolare realizzato grazie alla partnership con Hera Luce.

Altre menzioni speciali

Tra le smart city italiane, altre due menzioni speciali hanno premiato il Comune di Formigine, per il progetto di riqualificazione dell’illuminazione urbana che ha coinvolto 6100 punti luce, portando a un risparmio energetico del 72%, e il Comune di Bologna, con l’innovativo sistema di smart parking, monitoraggio urbano e gestione del traffico, realizzato attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative in partnership con Hanwha Techwin.

Premio al Comune di Bologna, ritirato da Alberto Nuzzo insieme a Fabio Andreoni e Francesco Paradiso di Hanwha
persona con premio
Il premio al Comune di Formigine ritirato dall’Assessore Giulia Martina Bosi

Infine, una nota di merito anche per il Comune di Santa Margherita Ligure, “per le azioni di efficientamento energetico e mobilità sostenibile, per la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica e il miglioramento del trasporto con l’introduzione ai mezzi elettrici. E quindi per l’implementazione di servizi ai cittadini.”

E al Comune di Reggio Emilia, “per la definizione di una metodologia di raccolta e analisi geolocalizzata dei dati energetici degli edifici del territorio e aver spinto verso politiche e azioni di efficientamento energetico e decarbonizzazione attraverso le tecnologie digitali”.