Passa dall’IoT connectivity l’innovazione di Utility, trasporti e logistica – Internet4Things

Passa dall’IoT connectivity l’innovazione di Utility, trasporti e logistica – Internet4Things

Entrare nell’era del digitale, con tutti i vantaggi di business che questa rivoluzione comporta, significa per molte imprese abbracciare l’Internet of Things. Se fino a pochi anni fa l’IoT era considerato come un’opportunità i cui vantaggi erano da provare, oggi si può dire con certezza che i vantaggi sono dimostrati dalle esperienze di tante aziende. E non parliamo solo di fabbriche connesse, di processi di produzione: l’IoT è protagonista in una serie di comparti, come smart city, smart building, smart mobility dove cambia abitudini e modelli di business.
Ma per concretizzare tutte queste forme di innovazione si deve fare riferimento alla connettività degli oggetti e alle nuove possibilità che la connettività cellulare abilita anche per le aziende.

Indice degli argomenti

Lo smart metering

Cosa vuol dire per una utility connettere i propri contatori ed accedere in tempo reale ai dati trasmessi? Significa migliorare il servizio offerto agli utenti, razionalizzare i processi di business e differenziare le offerte in base alle abitudini di consumo, con offerte commerciali tailor made.
Connettere i contatori vuol dire azzerare le spese per la lettura, che viene automatizzata e da remoto. Per l’utility inoltre l’analisi dei dati dei contatori sarà utile per stabilire le proprie politiche di prezzo, le tariffe e le offerte, considerando con precisione la domanda e le esigenze stagionali.
Lo smart metering consentirà infine di creare nuove opportunità di business, semplificando la compravendita di energia, per sfruttare le finestre di tempo in cui i prezzi si rivelano più bass.

Logistica

Per un’azienda che opera nel campo della logistica l’Internet of Things permette di monitorare in tempo reale gli spostamenti delle merci e razionalizzare la propria attività proteggendo i carichi. Dotando infatti di connettività cellulare le unità di carico e trasporto si può monitorare da remoto ogni spostamento, riducendo in questo modo i rischi, contenendo le spese, per creare nuove opportunità di guadagno.
Grazie all’Internet of Things si possono poi scoraggiare i furti, tracciando in tempo reale i movimenti dei carichi e le loro condizioni. Nel caso di merci deperibili, infatti, si possono monitorare insieme geolocalizzazione e condizioni ambientali, evitando che si creino condizioni che possono portare alla perdita o al degrado del carico. All’interno degli ambienti produttivi, inoltre, l’Internet of Things è fondamentale per una gestione razionale dei magazzini, per assicurare la continuità della produzione evitando “tempi morti” e massimizzare i profitti.

Trasporti

Ma oltre che alle merci in movimento, l’IoT può rivelarsi decisivo per i mezzi: nella gestione delle flotte i dati in tempo reale sono sinonimo di opportunità di business, di efficienza nella programmazione degli spostamenti, di contenimento delle spese, evitando percorsi inutili, permettendo maggiori guadagni. Con l’IoT si possono prendere decisioni avendo come punto di riferimento l’intera flotta. E’ poi oggi possibile monitorare spostamenti, programmare soste o manutenzioni e garantire la sicurezza sia di veicoli stradali che di mezzi industriali.
Allo stesso tempo analizzare i dati della propria flotta in tempo reale può fornire le soluzioni utili a non avere anche qui “tempi morti” e ad allungare la vita media dei mezzi grazie alla manutenzione predittiva.

Tutti i vantaggi a portata di SIM

Con il passare del tempo la digital transformation è sempre più attenta alla semplicità di utilizzo e di implementazione delle soluzioni, che devono poter essere installate anche senza grossi investimenti, ma implementate passo dopo passo in funzione dei risultati di business. Proprio su energia, trasporti e logistica punta 1NCE, azienda nata a Colonia alla fine 2017 e presente su scala internazionale con soluzioni di connettività. Nei primi cinque mesi di attività la società ha fornito più di un milione di SIM, con più di mille clienti, da piccole aziende specializzate a grandi istituzioni assicurative. Queste SIM, che utilizzano connettività 2G-3G-4G, sono gia’ abilitate nativamente per utilizzare la tecnologia Narrow Band IoT, ove presente e disponibile *, con modem low power wide area che contano su batterie di lunga durata e necessità di manutenzione ridotta.

*il NB-IoT non essendo ancora regolamentato a livello di Roaming internazionale dalla GSMA, puo’ essere coperto solo nel paese natio della Host Network, nel caso di 1NCE, Deutsche Telekom.